Nicoletta Bernardi
 

Nicoletta Bernardi

Cantante, autrice, percussionista. "C'è qualcosa che non muore che non vuol sparire, forse l'essenza delle cose, la purezza del sentire. Come una musica, un amore che ti ha sfinito, ti ha lasciato e tu hai già perdonato. E' qualcosa che nel piccolo riesce a fiorire, non si può rubare o contraffare ciò che del semplice deve restare. E' un'idea povera, senza fronzoli, senza belletti, è solo un sogno, un pensiero possibile di realtà ideali." Gaia protesta Non sono una star, una primadonna. Detesto le formalità, il gioco dei ruoli, la finta bonarietà. Amo l'intelligenza, la responsabilità, la poesia, i paesaggi e l'arredamento dell'anima. Sono cinica e romantica, pratica e sognatrice, forse patetica. Sono nata e vissuta a Milano, sono fuggita e poi tornata. Canto da sempre, cantare mi fa stare bene. Annulla le contraddizioni e lascia la possibilità intatta di una me univoca. Ho iniziato cantando musica sacra, sono passata alla musica " leggera " attraverso il jazz e l'afro. I canti africani hanno spesso voci pulite e melodiose su ritmi complessi che mi divertono e mi somigliano. Ho collaborato con autori italiani e stranieri sino a quando è nata in me la voglia di scrivere musica mia.

Opere artistiche

Sale

La musica sacra e il jazz, il blues e il folk, influenzano le canzoni. L’intreccio ritmico è ricco e quasi centrale, la melodia è facilmente fruibile mentre i testi sono critici, riflessivi, spesso disillusi, ironici.

Continua a leggere →

Canzone del maggio / Non siete stato voi

Anche se il nostro maggio ha fatto a meno del vostro coraggio, se la paura di guardare vi ha fatto chinare il mento, anche se voi vi credete assolti...

Continua a leggere →

Categorie

Artisti in vetrina

Giorgio Ganzerli

Giorgio Ganzerli

Da Convenscion a Scatafascio, da Zelig a Scorie, Giorgio Ganzerli è conosciuto soprattutto come un autore comico.

vai all'artista →
Eduardo Giusto

Eduardo Giusto

Eduardo Giusto è un artista che unisce testi e storie di folle cantautorato a una tradizione di ballads e blues

vai all'artista →